domenica 16 agosto 2015

Premio Fedeltà del Cane di S. Rocco di Camogli: vince Angelo, vegliò la sua Dasy

La Stampa

fulvio cerutti

 

1

Angelo, di nome e di fatto. Non poteva che vincere lui il Premio Internazionale Fedeltà del Cane di S. Rocco di Camogli assegnato oggi nella cittadina ligure. Angelo, un meticcio di 4 o 5 anni, è stato premiato, si legge nella motivazione, «perché ha vegliato la compagna Dasy uccisa da un’auto, non permettendo ad alcuno di avvicinarsi a quel corpicino senza vita e ha cercato in questo modo di proteggerla, forte di un legame che va oltre la morte». L’episodio accadde a Vallo della Lucania (Salerno).

Angelo ha avuto una vita difficile, di amori negati e di vita da randagio. Un’esistenza resa meno pesante grazie a una compagna, la piccola Dasy di cui lui si era perdutamente innamorato e con cui condivideva la vita per le strade di Vallo della Lucania. Un giorno la tragedia: la sua Dasy venne investita e uccisa da un’auto, ma lui non l’abbandonò.

I volontari che arrivarono sul posto lo trovarono così come è stato immortalato nella foto che ha fatto il giro del web: lui, meticcio con i tratti di un Pastore Tedesco, le stava coricato a fianco, per proteggerla, per non abbandonarla. I volontari intervenuti ricordano con commozione quei momenti, in cui riuscire a separare Angelo dall’amata sembrava un’impresa impossibile, ma alla fine hanno portato a termine la loro missione e con lodevole spirito di sacrificio e generosità, hanno accudito Angelo per mesi, impedendo che finisse in un canile calabrese, al di fuori del loro controllo.

Un cuore così grande non poteva non colpire e farsi notare: la sua foto e la storia sono finite sulla pagina Facebook di una community e il 12 luglio è arrivato il momento tanto atteso: Angelo è stato adottato da Annalisa Maschi di Aosta e con lei ha ricominciato una nuova vita.

twitter@fulviocerutti